Divinità

Origini

Gli dèi sono tra le creature sovrannaturali più potenti. La loro origine è tuttora avvolta nel mistero: molte sono state le teorie esplicate e molte le teogonie narrate. Nulla è certo, anche perché quando un dio parla all’uomo spesso avviene in forma misterica e poco comprensibile per la mente di normali esseri umani.

Esistono innumerevoli pantheon, a seconda delle varie culture che si sono sviluppate nel corso della Storia. Tante sono le differenze e tante sono le similitudini e le sovrapposizioni che si possono fare tra un dio e un altro. A volte cambia solo il nome con cui li si onora.

Caratteristiche fisiche

Le divinità possono assumere l’aspetto che più aggrada loro. Si dice che all’uomo sia stato dato l’aspetto del dio, ma spesso è il dio che prende un aspetto simile a quello dell’uomo, in modo che lui possa trovare un confronto più facile (se così la divinità vuole, altrimenti non sono stati rari i casi di divinità che assumano aspetti epici o mostruosi, per scatenare nell’uomo il timor sacro).

Caratteristiche comportamentali

Le divinità operano su un piano molto più alto rispetto il mondo materiale. Sono i depositari di grandi energie e responsabilità, per cui il loro comportamento è solitamente ineffabile per la maggior parte delle creature esterne.

Punti di Forza

  • Immortalità: le divinità sono immortali, se non in alcuni casi addirittura eterne.
  • Superiorità indiscussa: possiedono qualità fisiche superiori a qualunque scala mortale.
  • Consapevolezza: possiedono una vastissima conoscenza, e sono consapevoli del mondo a livelli molto profondi.
  • Energia: sono depositari di energie molto potenti, a cui altre creature (devoti) possono attingere quando ne sono in grado o ne sono degni.
  • Poteri divini: ogni divinità presiede determinati poteri e questo gli fornisce il controllo su determinati ambiti della vita del mondo.

Punti di Debolezza

  • Fuori dal mondo: hanno una visione spesso troppo globale per comprendere davvero ogni singolo particolare. Per questo comunicare con loro è sempre molto difficile.
  • Fedeli: un dio esiste finché ci sono fedeli che lo venerano (nelle preghiere o nelle azioni, anche inconsapevoli).
  • Altri dèi: solo gli dèi possono scontrarsi ad armi pari con gli dèi.
  • Armi divine: le armi create dagli dèi sono in grado di ferire e uccidere le divinità. Solitamente non sono cose che vengono lasciate in giro, ma non si sa mai.

Informazioni utili

In questa categoria rientrano verosimilmente tutti gli dèi di tutti i pantheon. Nel mondo di Lupercalia gli dèi esistono ed hanno interagito con gli uomini, specie in tempi antichi (Marte, che ha dato i natali a Romolo e Remo; Giove, che ha fulminato Tullo Ostilio; Apollo, che ha insignito Sybil come sua portavoce; Aita, dio etrusco dei Morti che sovrintende i vampiri della Dodecapoli). La matrice divina del mondo è di fondamentale importanza in quest’universo.

Non esistono tuttavia divinità giocabili in Lupercalia GdN. Le divinità sono sono estremamente difficili da gestire in termini di gioco, e non faranno apparizioni se non per mano del Narratore o come PNG.