Lupi Mannari

Origini

Si narra che Zeus, avendo udito dei terribili riti che si facevano in Arcadia, fosse andato a controllare di persona sotto false spoglie. Un giorno giunse davanti alle porte del palazzo di re Licaone, chiedendo ospitalità. Licaone, sospettando un inganno, decise di mettere alla prova l’ospite, servendogli la carne di un uomo da lui sgozzato e squartato. Ma Zeus ovviamente se ne accorse e lo punì. Fece crollare il suo meraviglioso palazzo e Licaone, unico sopravvissuto, venne trasformato in ciò che più lo raffigurava: un lupo enorme e feroce. Licaone, ancora in possesso di una mente umana, decise di vendicarsi. Scalò il monte Olimpo ed entrò nella stanza dove Zeus dormiva. Mentre stava per sferrare il colpo mortale Zeus si svegliò, e scagliò una nuova maledizione su Licaone: lo costrinse a vagare per sempre tra i boschi, nutrendosi di esseri umani.

Questa è la storia del primo lupo mannaro, come lo raccontano i miti. Le varianti sono molte, ma il risultato alla fine è sempre lo stesso: l’essere maledetto dagli dèi è un mostro che perde il controllo di sé durante la luna piena, e smanioso vaga alla ricerca di nuove vittime che plachino la sua furia. E poi essere sommerso dai sensi di colpa allo spuntare del nuovo giorno.

Caratteristiche fisiche

I lupi mannari sono dei mutaforma, ma dato che l’origine di questa capacità viene da una maledizione divina, la loro capacità di mutare aspetto non è volontaria, e in più è vincolata alla luna piena. Se durante il resto del mese i Lupi Mannari hanno l’aspetto di normali esseri umani, nella notte del plenilunio essi assumono le fattezze di un essere ibrido uomo-lupo: l’aspetto è quello di un lupo, ma riescono a camminare in posizione eretta e hanno mani prensili artigliate.

Caratteristiche comportamentali

I lupi mannari hanno delle oscillazioni caratteriali anche molto forti, nel corso nel mese. In prossimità della luna piena diventano estremamente vitali, e spesso questa vitalità viene espressa in modo molto aggressivo.

Punti di Forza

In forma umana:

  • Sensi potenziati: hanno vista, udito e olfatto più sviluppati della media umana. In vicinanza del plenilunio, si acuiscono ulteriormente.
  • Potenziamento fisico: hanno forza, agilità e resistenza decisamente superiori alla media umana. In vicinanza del plenilunio, si acuiscono ulteriormente.
  • Invecchiamento bloccato: una volta raggiunta l’età massima di sviluppo (dipende dall’inclinazione personale, possono essere i diciotto anni come anche i settantacinque) il corpo non invecchia più, mantenendo il medesimo aspetto nonostante l’età effettiva.
  • Longevità: a meno di morte violenta, i lupi mannari possono andare avanti a vivere anche per molte centinaia di anni.
  • Rigenerazione: le ferite fisiche guariscono molto più in fretta di un essere umano normale.

In forma mannara:

  • Sensi potenziati: hanno vista, udito e olfatto molto più sviluppati della media umana.
  • Potenziamento fisico: hanno forza, agilità e resistenza enormemente superiori alla media umana.
  • Rigenerazione: le ferite fisiche guariscono a rapidità spaventosa.
  • Zanne e artigli: possiedono ovviamente tutte le armi proprie costituite dall’avere il corpo di un lupo antropomorfo.
  • Trasmissione della maledizione: un lupo mannaro può crearne un altro, mordendo la persona in questione. Sempre se tal persona sopravvive all’attacco di un lupo mannaro senza controllo.

Punti di Debolezza

  • Argento: per i mannari l’argento è velenoso. Il semplice contatto fisico scatena una reazione di bruciore, il contatto prolugato provoca ustioni e conseguenze simili a quelle delle sostanze acide. Nel caso di ferita con arma coperta d’argento, la rigenerazione dei tessuti viene bloccata o anche ostacolata. Nel caso di ingestione o di inalazione di polvere d’argento, il risultato è letale.
  • Sigilli Religiosi: sigilli magici caricati dal Vaticano riescono a respingere molte creature sovrannaturali, lupi mannari compresi.
  • Malattie: se anche le ferite fisiche riescono a guarire con maggiore facilità, il sistema immunitario dei lupi mannari non li protegge dal contrarre malattie (umane, e anche varianti specifiche della loro fisiologia).
  • Maledizione: la condizione dei mannari deriva da una maledizione di origina divina, e ad oggi non esistono metodi per controllare la mente della bestia, quando si manifesta durante il plenilunio. Un Mannaro durante il plenilunio è totalmente fuori controllo.
  • Lunatici: i lupi mannari sono estremamente influenzati da in che fase la luna si trova. Come esseri umani sono caratterialmente molto instabili in prossimità del plenilunio.

Informazioni utili

  • I mannari possono avere figli tra di loro ma saranno esseri umani, anche se con particolari inclinazioni nelle notti di luna piena; stessa cosa se un mannaro dovesse avere un figlio con un essere umano. I genitori possono poi prendersi la responsabilità di “mannarizzare” il figlio.
  • Generalmente i lupi mannari cercano di tenersi sotto controllo durante le notti di luna piena (dentro celle o con catene d’argento), per una questione di sicurezza propria e del branco. Nonché di segretezza per tutto il mondo sovrannaturale. I mannari che si considerano cani sciolti e che non si preoccupano di questo, dando libero sfogo alla bestia, solitamente sono dei reietti e rischiano di essere presi di mira anche dagli stessi mannari.