Sekhem

Origini

I Sekhem nascono come stirpe di Sekhmet, dea leonina della guerra associata ai raggi solari e figlia di Ra stesso. Incarnava il lato distruttivo e rovente del Sole e la sua capacità di bruciare e punire i malvagi. Pericolosa ma anche benevola, infuse il suo spirito in una ristretta cerchia di sacerdoti e sacerdotesse, che acquisirono la capacità di mutare forma, per avvicinarsi di più alla Dea. Il loro nome richiama infatti il nome della Dea stessa: Sekhem è la radice di Sekhmet, e significa “potere”.

Nel corso dei secoli i Sekhem accompagnarono la storia dell’Egitto, muovendosi nelle ombre e incuneandosi nella società dei faraoni. A un certo punto ogni faraone ebbe almeno una sposa Sekhem. Soggiogati dai licantropi di Roma, per paura che potessero rimpiazzarli (il seme del leone è infatti dominante su quello del lupo), vennero deportati in molti per essere uccisi nelle arene. I Sekhem più antichi non hanno dimenticato questa guerra.

Altro duro colpo fu la dominazione dell’Islam: la luna di Maometto sostituì il sole di Sekhmet, almeno ufficialmente. I Sekhem rimasti continuarono a intrufolarsi tra le file degli islamici e a difendere il loro paese.

Caratteristiche fisiche

I Sekhem sono dei versipellis, cioè esseri che sono in grado di assumere due diverse sembianze, e proprio piacimento e discrezione. Una forma è quella di essere umano, l’altra forma è quella di leone.

L’aspetto fisico da uomini non prevedere caratteristiche esteriori diverse da quelle di un essere umano normale. In forma di leoni, sono generalmente un po’ più grossi di un leone normale.

Caratteristiche comportamentali

In forma umana, i Sekhem si comportano come normali esseri umani, anche se possiedono un istinto ferino più sviluppato della media, e peculiarità comportamentali che possono ricordare i felini. In forma leonina, i Sekhem mantengono l’intelletto umano, e questo li porta a comportarsi in maniera alquanto differente dai leoni normali. Ovviamente manca loro il dono della parola, ma generalmente riescono a farsi comprendere.

Punti di Forza

In forma umana:

  • Sensi potenziati: hanno vista, udito e olfatto più sviluppati della media umana.
  • Potenziamento fisico: hanno forza, agilità e resistenza superiori alla media umana.
  • Invecchiamento bloccato: una volta raggiunta l’età massima di sviluppo (dipende dall’inclinazione personale, possono essere i diciotto anni come anche i settantacinque) il corpo non invecchia più, mantenendo il medesimo aspetto nonostante l’età effettiva.
  • Longevità: i Sekhem più anziani hanno al momento circa 4000 anni. Sekhem morti per vecchiaia sono estremamente rari e sempre per inclinazione personale che porta all’invecchiamento definitivo.
  • Rigenerazione: le ferite fisiche guariscono più in fretta di un essere umano normale.
  • Passo felpato: anche in forma umana mantengono la grazia, la silenziosità e l’agilità di un felino.

In forma leonina:

  • Sensi potenziati: hanno vista, udito e olfatto più sviluppati di un leone normale.
  • Potenziamento fisico: hanno forza, agilità e resistenza superiori alla media leonina.
  • Rigenerazione: le ferite fisiche guariscono più in fretta di un leone normale.
  • Zanne: possiedono ovviamente tutte le armi proprie costituite dall’avere il corpo di un leone.

Punti di Debolezza

  • Oro: per i Sekhem l’oro è velenoso. Il semplice contatto fisico scatena una reazione allergica (prurito, rush cutaneo e in alcuni casi anche problemi respiratori). Nel caso di ferita con arma coperta d’oro, la rigenerazione dei tessuti viene bloccata o anche ostacolata. In particolare, l’oro arriva al sistema nervoso, e intacca i muscoli a lungo andare. Nel caso di ingestione o di inalazione di polvere d’oro, il risultato è letale.
  • Sigilli Religiosi: sigilli magici caricati dal Vaticano (con Vera Fede) riescono a respingere molte creature sovrannaturali, Sekhem compresi. Sono sensibili anche alle forme di incanto tipiche dell’Africa, se associabili al concetto di esorcismo;
  • Malattie: se anche le ferite fisiche riescono a guarire con maggiore facilità, il sistema immunitario dei Sekhem non li protegge dal contrarre malattie (umane, e anche varianti specifiche della loro fisiologia).

Informazioni utili

  • I figli di un Sekhem sono a loro volta dei Sekhem. Tre le varie razze di versipellis, i leoni hanno geni più dominanti anche dei lupi, per cui la prole ha molta probabilità di uscire come versipellis leone.
  • Un Sekhem può trasformarsi quando più gli aggrada, ma si ricordi sempre che molto probabilmente non avrà dietro i vestiti quando si ritrasforma di nuovo, a meno che qualcuno non glieli porti dietro!
  • Al momento non esiste una fazione di sekhem in gioco, ma è possibile trovare qualcuno di essi in gioco per i motivi più disparati.