Ambientazione di gioco

C’era un tempo in cui la luna del lupo era temuta dal popolo. La prima luna piena dell’anno. Luna di neve. Era quando i lupi scendevano a valle.

Le origini

A partire dal progetto narrativo Lupercalia abbiamo creato Lupercalia GdN: un gioco di narrazione ambientato a giorni nostri in cui muovere personaggi legati – nel bene e nel male – ai licantropi di Roma, fulcro dell’universo di Lupercalia.

Fin dall’antichità, oltre alla città abitata dai mortali, è sempre esistita una Roma segreta, persino più ampia e forte di quella alla luce del sole. La città è retta fin dalla sua fondazione da Rea Silvia, antica lupa mutaforma e sacerdotessa del dio Marte. Da lei e intorno a lei nasce la prima progenie di licantropi che, ab Urbe condita, governano la città sotto la superficie, nei secoli, entrando a far parte attivamente del tessuto politico urbano.
La Lupa è la Mater di Roma e incarnazione di Roma stessa. Immediatamente sotto di lei il potere è incanalato dai suoi figli primogeniti: i gemelli Romolo e Remo. Nel corso dei secoli i gemelli hanno cambiato nomi e identità, e nel XXI secolo sono conosciuti come Ludovico Trivulzio e Oliviero Rutilio.
Oltre la Lupa e i Gemelli, la massima carica politica ancora oggi esistente è rappresentata dal Consiglio dei Re: Numa Pompilio, Tullo Ostilio, Anco Marzio, Tarquinia Prisca, Servio Tullio, Tarquinio il Superbo. Gli antichi re di Roma che hanno contribuito alla creazione della città e alla sua grandezza nei tempi arcaici sono sopravvissuti nei secoli rimanendo al fianco della Lupa e governando in suo nome i territori dell’Impero anche quando quello degli uomini era caduto.

Questa è la situazione generale, che permane nei secoli. Roma è, anche nel XXI secolo, la capitale dei lupi e del loro potere. A Roma vivono e prosperano solo i licantropi. Nel tempo si sono sviluppate alleanze, inimicizie, guerre e rappacificazioni. E i licantropi non sono le uniche creature sovrannaturali esistenti. Vampiri, lupi mannari, mutaforma, maghi, dèi, cacciatori: gli amici come anche i nemici sono dietro ogni angolo.

Come funziona il gioco di narrazione?

In Lupercalia GdN le role si svolgono attorno a grandi trame che fungono da contenitore, proposte di volta in volta dagli amministratori. Chiunque voglia partecipare al gioco è il benvenuto, e lo può fare muovendo il proprio personaggio all’interno della storia. Tutti i personaggi in gioco vengono coinvolti attivamente nelle role.

Quando entrate in gioco con il vostro personaggio, sarà all’inizio o nel corso di una trama imbastita ad hoc per coinvolgere tutte le fazioni presenti. Nella prima saga che il gioco sta affrontando, la contrapposizione che spicca è quella tra immortali e Vaticano, il quale si muove attorno alla ricerca di diversi oggetti: ad ogni oggetto corrisponde una trama, con i suoi eventi salienti che fungono da raccordo. Generalmente ogni fazione o personaggio ha uno scopo a cui tende e che guida le sue azioni, tra scontri e alleanze. Al termine di questa prima saga (composta in tutto da cinque trame), si aprirà una nuova fase di gioco. Potete inserirvi nella storia in qualsiasi momento, senza bisogno di sapere a memoria ciò che è successo prima. Ma se siete curiosi di saperlo, qui lo trovate.